JOB-GYM: fare rete sul territorio, per allenare competenze e potenzialità dei giovani

Perché è nato questo progetto?

Il progetto nasce dall’idea di alcune realtà operanti nel territorio veronese nel settore dell’istruzione, dell’inserimento lavorativo, delle politiche attive del lavoro, dell’innovazione, quali:

  • Lavoro & Società Scarl (capofila del progetto)
  • Comune di Verona
  • Fondazione Engim Veneto
  • Sol.Co. Verona s.c.s.c.
  • Hermete Società Cooperativa Sociale a r.l.
  • Mag Mutua per l'Autogestione Coop. Soc.
  • Energie Sociali Cooperativa Sociale Onlus
  • COSP Verona
  • Fondazione Edulife Onlus
  • T2i - trasferimento tecnologico e innovazione s.c.a r.l

per far fronte a questo particolare momento storico, aggravato dalla crisi legata alla pandemia da covid 19, nel quale le aziende, anche quelle veronesi, hanno difficoltà a trovare candidati con le adeguate competenze per coprire posizioni “entry level” nonostante l’alto numero di giovani alla ricerca di un’occupazione.

Il progetto è finanziato dalla Fondazione Cariverona .

Il Contesto

Seppur ormai quasi scontato nel mondo del lavoro, il tema delle cosiddette competenze trasversali o soft skills, è ancora poco sentito all’interno della maggior parte dei percorsi scolastici e, là dove viene applicato, si limita ad approcci laboratoriali e di gruppo, che in certi casi mancano di sperimentazione diretta nel mondo del lavoro.

I millennials, diversamente dalle generazioni precedenti, non saranno più in grado di mantenere lo stesso impiego per molti anni, acquisendo quindi esperienza e promozioni lungo il proprio percorso.

Cosa vogliamo raggiungere con questo progetto?

Il progetto si propone di intervenire per colmare il gap tra competenze richieste dalle aziende e la formazione dei giovani, di qualsiasi livello essa sia in quanto:

  • il mondo dell’istruzione  non ha ancora sviluppato tutte le competenze necessarie spendibili immediatamente nel mondo del lavoro;
  • il mercato del lavoro si trasforma molto velocemente richiedendo adattabilità ai cambiamenti, capacità creative e orientamento al problem solving
  • La formazione post scolastica presenta deficit in termini di sviluppo delle soft skills e della capacità di sviluppare le proprie potenzialità

Unito a tutto ciò, il mercato del lavoro è in continuo cambiamento e richiede costante capacità di adattamento e fluidità, anche degli organi preposti a semplificare l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro.

Per farlo è necessario, anche, un riposizionamento dello sportello lavoro, che si avvicini ai luoghi frequentati dai ragazzi, parli la loro lingua e “svecchi” l’immagine di “ufficio collocamento” .

Obiettivi Specifici

  1. Formazione e Placement nei settori Retail, Hospitality – Food and Bavarage, IT

Formare 150 giovani in 3 anni sui profili oggi più ricercati dalle aziende: vendite al dettaglio, hospitality/F&B, IT, attraverso percorsi in grado di coniugare competenze professionali specifiche e modalità di sperimentazione diretta in azienda, secondo un modello di alternanza tra teoria e prassi. In questo percorso  si intende sperimentare anche l’attivazione di  spin-off aziendali con giovani per i prodotti e i servizi sopra indicati.

  1. Innovazione di strumenti e dispositivi per l'inserimento lavorativo

Promuovere l’innovazione, il potenziamento e la messa a sistema degli strumenti che facilitano l’accesso al mondo del lavoro dei giovani con qualsiasi livello di istruzione: apprendistato, tirocini extracurriculari, percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (ex alternanza scuola-lavoro).

  1. Modello di Service Guidance nelle scuole

Verrà avviata una sperimentazione in quattro diverse tipologie di scuole secondarie di secondo grado, di un modello che possa integrare istruzione-educazione-orientamento-riorientamento per l’inserimento delle Life Skills durante l’intero percorso scolastico.

  1. Rete di servizi al lavoro efficace nell’intercettare i giovani

Sviluppare l’integrazione di tutti i servizi della filiera del lavoro sul territorio provinciale affinché sia più efficace nell’intercettare i giovani e nel rispondere al matching e favorire il dialogo tra la domanda di occupazione dei giovani e le necessità delle aziende del territorio.

Tutto ciò si potrà conseguire attraverso queste attività:

  • Percorsi di formazione sui profili più ricercati dalle aziende
  • Azioni di potenziamento per facilitare l’accesso al mondo del lavoro dei giovani con qualsiasi livello di istruzione: apprendistato, tirocini, alternanza scuola – lavoro…
  • Inserimento delle life skills all’interno dei programmi scolastici
  • Attivazione di punti di contatto “Touch Point sul territorio e la provincia di Verona per fare matching tra domanda e offerta di lavoro.

 

Per informazioni o per candidarti ad una delle attività previste dal progetto:

Dott.ssa Maria Vittoria Biondaro
Lavoro & Società
Mail: jobgym@lavoroesocieta.com
Tel 045563081


Informazioni in sintesi
  • Giovani alla ricerca di lavoro o di nuove opportunità
  • Dai 16 ai 30 anni

Vuoi partecipare a questo progetto? Scrivici

Altri progetti under 30

Meno di 30 anni
SMART UP! Giovani specializzati nella consulenza digitale per il marketing delle piccole imprese

Ricerchiamo 6 giovani iscritti al programma Garanzia Giovani

Meno di 30 anni
In Situ

Migliorare le competenze e le capacità imprenditoriali per accrescere l’innovazione economica

  • Per persone residenti in Veneto
Meno di 30 anni
Rete integrata per i giovani del veronese

Interventi di orientamento, supporto alla ricerca di lavoro e tirocinio per giovani NEET

  • PER PERSONE RESIDENTI IN VENETO
  • INDENNITà DI FREQUENZA: 450 €
  • TIROCINIO: 30 ORE A SETTIMANA PER 3 MESI