PRISMA: Percorsi di Rete per l'Inclusione Scaligera in Materia di politiche Attive

dgr 1688 del 29/12/2023 - progetto PRISMA: i percorsi a disposizione

13 Maggio 2024

 



LEGENDA DEI COLORI DEI TERRITORI

 

Tutti i corsi prevedono il rilascio di una attestazione finale di messa in trasparenza delle competenze acquisite e un’indennità economica pari a 3,50€/h per ogni ora effettiva di presenza al corso, previo il raggiungimento del 70% delle ore totali del corso.

Territorio di Verona

Distretto Est

Distretto Sud

Distretto Ovest



Corso: Esperto Marketing

 

UPS 3

Verona

Fondazione ENAC Veneto

60 ore


Corso: Operatore dell'accoglienza e assistenza clienti

 

UPS 4

Verona

Centro Servizi CISL

60 ore

UPS 8

Verona

Lavoro & Società

60 ore

RESK+T 9

Verona

Fondazione ENAC Veneto

160 ore

RESK 6

San Bonifacio

Synergie

160 ore

UPS 7

Sommacampagna

Penta Formazione

60 ore


Corso: Operatore della panificazione

 

UPS 1

San Bonifacio

Agorà Formazione

60 ore


Corso: Operatore di cucina con modulo di formazione regolamentata per "HACCP"

UPS 5

Verona

Don Calabria

60 ore

RESK+T 4

Isola della Scala

Enaip veneto

160 ore


Corso: Operatore dei servizi di sala

 

UPS+T 7

Bardolino

Adecco

60 ore


Corso: Operatore della cura e pulizia di spazi e ambienti

 

UPS 6

Verona

Don Calabria

60 ore

UPS+T 5

Verona

Umana

60 ore

UPS 9

Legnago

Enaip veneto

60 ore

UPS 11

San Bonifacio

San Gaetano

60 ore


Corso: Operatore della cura e pulizia di spazi e ambienti con focus sulle strutture ricettive e alberghiere

UPS+T 3

Verona

Centro Servizi CISL

60 ore


Corso: Trasporti e logistica con modulo di formazione regolamentata per “Addetto al muletto”

UPS 12

Verona

Umana

60 ore

UPS+T 4

Verona

Fondazione ENAC Veneto

60 ore

RESK 3

Zevio

Agorà Formazione

160 ore

RESK 5

Legnago

Enaip

160 ore

UPS+T 1

Sommacampagna

Penta Formazione

60 ore


Corso: Operatore del confezionamento dei prodotti alimentari con modulo di formazione regolamentata per "HACCP"

UPS+T 2

Villa Bartolomea

CCS

60 ore


Corso: Operatore Amministrativo Segretariale

 

UPS 12

Verona

Lavoro & Società

60 ore

RESK 1

Verona

Energie Sociali

160 ore

RESK 7

Verona

Don Calabria

160 ore

RESK+T 1

Verona

Adecco

160 ore

RESK+T 5

Verona

Synergie

160 ore

RESK+T 8

Verona

Agorà Formazione

160 ore


Corso: Operatore Meccanico di Sistemi

 

RESK 2

Verona

Engim

160 ore


Corso: Operatore alla vendita

 

RESK 4

San Bonifacio

San Gaetano

160 ore


Corso: Tecnico di Sartoria

 

RESK 8

Villafranca

AIV Formazione

160 ore


Corso: Carpentiere Edile

 

RESK+T 2

Verona

ESEV

160 ore


Bandiera Italiana File per il taglio SVG di Creative Fabrica Crafts ·  Creative FabricaCorso: Profilo: Operatore Accoglienza e Assistenza clienti – con focus sulla lingua italiana

RESK+T 2

Verona

Lavoro & Società

60 ore

 

Tutti i corsi prevedono il rilascio di una attestazione finale di messa in trasparenza delle competenze acquisite e un’indennità economica pari a 3,50€/h per ogni ora effettiva di presenza al corso, previo il raggiungimento del 70% delle ore totali del corso.

Ultime News

FONDIMPRESA - Avviso n. 1/2024

L'Avviso 1/2024 di Fondimpresa finanzia la formazione dei lavoratori delle aziende aderenti che stanno realizzando un progetto di innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto e/o di processo. Chi può partecipare? Le imprese beneficiarie dell’attività di formazione oggetto del Piano per i propri dipendenti, aderenti a Fondimpresa alla data di presentazione della domanda di finanziamento. Possono partecipare esclusivamente le aziende che non sono state beneficiarie di Piani finanziati sull’Avviso 6/2022 del Fondo, salvo il caso in cui il finanziamento sia stato revocato o l’azienda vi abbia rinunciato; Gli enti già iscritti, alla data di presentazione della domanda di finanziamento, nell'Elenco dei Soggetti Proponenti qualificati da Fondimpresa ai sensi del “Regolamento istitutivo del sistema di qualificazione dei Soggetti Proponenti” (2022-2024) nel limite della classe di importo e dell’ambito territoriale di iscrizione, che deve comprendere tutte le regioni a cui appartengono le aziende beneficiarie del Piano. Il Piano deve in ogni caso prevedere, a pena di esclusione, la partecipazione di uno dei seguenti soggetti: Dipartimenti di Università pubbliche e private riconosciute dal MIUR; Enti pubblici di ricerca vigilati dal MIUR; Centri nazionali di competenza ad alta specializzazione selezionati dal MISE; Altri Organismi di ricerca in possesso dei requisiti indicati nell'Avviso n. 1/2024.   Scadenza delle domande Le domande di finanziamento potranno essere presentate dalle ore 9.00 del 29 aprile 2024 fino alle ore 13.00 del 31 dicembre 2024. Per consultare il testo integrale dell’Avviso, clicca QUI: Risorse stanziate La dotazione finanziaria stanziata è di 20.000.000,00 € ed è suddivisa tra le seguenti macro-aree: MACRO-AREE Stanziamento (Euro) A - Piani con aziende aderenti beneficiarie del NORD (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trento, Provincia di Bolzano) 6.985.000,00 B - Piani con aziende aderenti beneficiarie del CENTRO (Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise) 4.600.000,00 C - Piani con aziende aderenti beneficiarie del SUD E ISOLE (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna) 3.415.000,00 D - Piani su base multi regionale, per soddisfare fabbisogni formativi comuni alle aziende appartenenti alla stessa categoria merceologica o a reti e filiere organizzate secondo la logica del prodotto finale. (minimo 5 aziende e 30 lavoratori) 5.000.000,00 TOTALE 20.000.000,00     Per richiesta di chiarimenti e approfondimenti contattare:  Dott. Nicola Bazzoli  324.8642022  bazzoli@lavoroesocieta.com


  • 15 Aprile 2024
Lavori di Pubblica Utilità e Cittadinanza Attiva - Comuni della cordata di Valeggio sul Mincio - RIAPERTURA DELLE SELEZIONI - GRADUATORIA AMMESSI

A seguito della riapertura delle selezioni dei Lavori di Pubblica Utilità per i Comuni di Cavaion Veronese, Erbé e Rivoli Veronese e  dei colloqui di selezione svolti nelle giornate del 12 e del 18 ottobre 2023, si pubblica la graduatoria dei candidati ammessi al progetto.   Per visualizzare la graduatoria clicca qui


  • 19 Ottobre 2023
Lavori di Pubblica Utilità e Cittadinanza Attiva - Comuni della cordata di Valeggio sul Mincio -GRADUATORIA AMMESSI

"Lavori di pubblica utilità e cittadinanza attiva 2022 - Comuni della cordata di Valeggio sul Mincio" - Graduatoria ammessi al progetto A seguito dei colloqui di selezione svolti nelle giornate 24-25-26-27-28 luglio 2023, si pubblica la graduatoria dei candidati ammessi al progetto Lavori di Pubblica Utilità. I candidati ammessi con riserva subentreranno nel progetto solamente in caso di rinuncia da parte di un candidato ammesso (relativamente al proprio Comune di appartenenza). Per visualizzare la graduatoria clicca qui


  • 04 Agosto 2023
Lavori di Pubblica Utilità e Cittadinanza attiva- Comune di Bovolone- GRADUATORIA AMMESSI

"Lavori di pubblica utilità e cittadinanza attiva 2022 - Comune di Bovolone" - Graduatoria Idonei e Graduatoria Idonei Ammessi con Riserva A seguito della valutazione dei requisiti dei candidati, svoltosi durante i colloqui di selezione il 18.07.2023, dalla Commissione incaricata, si pubblicata la graduatoria dei candidati ammessi/non idonei al progetto e dei candidati riserva che subentreranno nel caso di ritiro dei candidati ammessi, in ordine di punteggio.   Per visalizzare l'elenco degli ammessi al progetto, clicca qui


  • 24 Luglio 2023
DDR 771 del 29/11/07 - Allegato A Modello Profilazione

Sono pervenute da Regione Veneto le nuove normative in merito all'esito del calcolo della profilazione per gli utenti dell'Assegno per il lavoro. Il documento precisa che l'anzianità di disoccupazione non è la sola variabile considerata dall'algoritmo per il calcolo della fascia (A, B, C). Pertanto, anche in presenza di un'anzianità di disoccupazione lunga è possibile ottenere per un utente una profilazione in fascia A o B. L'algoritmo calcola la probabilità per l'utente di rioccuparsi entro 24 mesi dal rilascio della dichiarazione di immediata disponibilità (DID). Tale probabilità è determinata sia dalla durata della disoccupazione, sia dalla valutazione dei seguenti caratteri: genere; età; cittadinanza; livello di studio; disabilità; motivo cessazione ultimo rapporto di lavoro; qualifica del rapporto di lavoro precedente; ateco del rapporto di lavoro precedente. Per ulteriore approfondimento, è possibile scaricare la DDR 771 del 29/11/07 che presenta nel dettaglio il modello per la profilazione.


  • 03 Dicembre 2021
Avviso pubblico per l'assegnazione di una borsa di animazione territoriale

Lavoro & Società , in partnership con numerosi soggetti pubblici e privati, è assegnataria del progetto “PASSI: Patti territoriali e ATS per i Servizi Scaligeri di Inclusione” (cod. 4363-0001-73-2021)  per l’area territoriale scaligera della provincia di Verona, approvato nell’ambito del bando “AICT 2021” - DGR n. 73 del 26/01/2021, Verrà assegnata n. 1 borsa di animazione territoriale allo scopo di rafforzare, attraverso il coinvolgimento di una specifica figura professionale, il networking tra i diversi stakeholder coinvolti nella rete e nella realizzazione delle attività progettuali. Tale figura avrà anche il compito di contribuire alla promozione e diffusione delle iniziative sui territori, favorendo occasioni di confronto ed integrazione con altre progettualità finanziate anche attraverso differenti fondi. Destinatari Sono invitati a manifestare interesse persone di ambo i sessi: a) Occupate o disoccupate in possesso di laurea specialistica e/o magistrale. Se occupate, l’attività lavorativa dovrà essere compatibile con l’attività da svolgere nell'ambito del presente progetto e con l’impegno orario richiesto dal bando (160 ore/mese circa) b) Residenti o domiciliate in Veneto. Costituirà titolo preferenziale la residenza o domicilio nella provincia di Verona, al fine della necessaria conoscenza del tessuto sociale, economico e produttivo del territorio. c) In possesso di un curriculum scientifico - professionale che certifichi esperienze di durata pluriennale, acquisite in ambito di gestione delle reti territoriali relativamente all’attuazione delle politiche sociali e del lavoro; I titoli indicati dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle manifestazioni di interesse. Oggetto, importo e durata della Borsa L’assegnatario della borsa opererà in stretta collaborazione con i funzionari di LAVORO & SOCIETÀ SCARL e sotto la supervisione dei referenti degli Ambiti Territoriali Sociali (ATS) di Verona, Legnago e Sona.   Per avere tutte le informazioni dettagliate e per sapere le modalità di candidatura: SCARICA L'AVVISO COMPLETO Se hai deciso di candidarti, compila la "Domanda di partecipazione FSE"  


  • 30 Luglio 2021
JobGym entra nel vivo! Parte l'APECAR per incontrare i giovani nei quartieri di Verona

Un’apecar nei quartieri di Verona per incontrare giovani da inserire nel mondo del lavoro. Grazie al progetto JobGym, personale qualificato incontrerà in uno Sportello di lavoro itinerante, a partire dalla prossima settimana, gli under 30 disoccupati o inoccupati, nei loro luoghi di aggregazione, per trovare loro un’occupazione mirata, attraverso percorsi di orientamento e formazione. Il progetto è stato presentato oggi a Palazzo Barbieri alla presenza del Sindaco di Verona Federico Sboarina, dell’Assessore al Lavoro e Istruzione del Comune di Verona Daniela Maellare, del Consigliere delegato di Lavoro & Società Orazio Zenorini e della Responsabile area attività istituzionali Fondazione Cariverona Marta Cenzi. JobGym è sviluppato da una rete di soggetti operanti nel territorio veronese nel settore dell’istruzione, dell’inserimento lavorativo, delle politiche attive del lavoro, dell’innovazione. Capofila è Lavoro & Società, a cui si aggiungono nove realtà a partire dal Comune di Verona, Fondazione Engim Veneto, Sol.Co. Verona s.c.s.c., Hermete Società Cooperativa Sociale a r.l, Mag Mutua per l'Autogestione Coop. Soc., Energie Sociali Cooperativa Sociale Onlus, COSP Verona, Fondazione Edulife Onlus, T2i - trasferimento tecnologico e innovazione s.c.a r.l. Il progetto con un costo complessivo di 538.000 euro è cofinanziato dalla Fondazione Cariverona con un importo di 430.000 euro. Il progetto si rivolge ai giovani veronesi tra i 16 e 30 anni con l’obiettivo di intervenire per colmare il divario tra competenze richieste dalle aziende e la formazione dei ragazzi, poiché il mondo dell’istruzione non ha ancora sviluppato tutte le preparazioni necessarie spendibili immediatamente nel mondo del lavoro e allo stesso tempo il mercato si trasforma molto velocemente richiedendo adattabilità ai cambiamenti, capacità creative e orientamento al problem solving. Inoltre, la formazione post-scolastica presenta lacune in termini di sviluppo delle competenze trasversali (cosiddette soft skills) e della capacità di sviluppare le potenzialità delle persone. Per iscriverti e saperne di più sul progetto...clicca qui!


  • 11 Giugno 2021
Patti Territoriali: 2 articoli che parlano del Comune di Arcole e dello Sportello Unico presso il Comune di Grezzana

Verona, 06/04/2021 Anche oggi si parla della nostra agenzia e del suo ruolo di coordinamento e di supporto tecnico dei patti teriritoriali, unione di Comuni nate per promuovere servizi e misure di politica attiva per il lavoro e favorire l'inserimento e il reinserimento lavorativo di persone in condizione di svantaggio sociale e occupazionale Riportiamo 2 articoli usciti proprio oggi sul quotidiano "L'Arena": nel primo articolo la notizia dell'entrata del Comune di Arcole nel Patto Territoriale dell'est veronese che vede già uniti i comuni di San Bonifacio (ente capofila), Grezzana, Lavagno, Velo, Cerro e Roverè. Nel Secondo articolo tutte le ricerche in corso presso lo Sportello Unico del Comune di Grezzana! Buona Lettura! Leggi articolo: ARCOLE. Accordo per aiutare chi ha perso il lavoro Leggi articolo: GREZZANA: Lessinia e Valpantena, fame di lavoro  


  • 06 Aprile 2021
Il lavoro a Sona ad un anno dall'inizio della pandemia

01/04/2021 Riportiamo di seguito l'articolo uscito sulla rivista "IL BACO DA SETA" che racconta con fatti e numeri "il lavoro"  presso il Comune di Sona e le attività dello Sportello Lavoro! Buona Lettura   Leggi articolo completo


  • 01 Aprile 2021
Comune di Legnago: stanziati 4 milioni nel sociale e si punta all'assegno per il lavoro con Lavoro & Società

COMUNE DI LEGNAGO I 25 sindaci dei Comuni riuniti nel distretto 3 Pianura veronese hanno varato il nuovo piano di zona finanziato dagli stessi enti con 25,79 euro per abitante Sociale, stanziati quattro milioni Fabio Tomelleri Destinati fondi a servizi domiciliari per gli anziani progetti per i disoccupati e sostegni per i bisognosi Saranno realizzati quattro alloggi per i disabili La popolazione della Bassa cresce ed invecchia. Di questi fattori, come di altre criticità, tra cui i crescenti casi di povertà accentuati dall'emergenza Covid in atto, terrà conto il Piano di zona varato dal comitato dei 25 sindaci dei Comuni del distretto 3 Pianura veronese dell'Ulss 9 Scaligera. Il «Piano di assetto territoriale» (Pat) del Sociale si baserà sul contributo diretto delle amministrazioni locali, le quali, mantenendo invariata anche per quest'anno la quota di 25,79 euro per abitante finanziata dai singoli bilanci comunali, garantiranno per i vari interventi un fondo complessivo di quattro milioni di euro. Dall'analisi effettuata dall'Azienda sanitaria per la redazione del Piano, dunque, emerge che la popolazione complessiva dei 25 centri dell'ex Ulss 21 ha registrato nell'ultimo anno un incremento dello 0,4 per cento, passando da 154.446 a 155.070 residenti. Per quel che concerne le fasce di età, quella dei giovanissimi, da zero a 14 anni, è scesa da 21.434 a 21.426 unità, passando pertanto dal 13,88 al 13,82 per cento del numero totale degli abitanti. Per contro, sono cresciuti gli ultra 65enni, saliti da 34.530 a 34.895, e toccando quindi il 22,5 per cento della popolazione contro il 22,36 per cento precedente. Per quel che concerne le altre fasce di età, quella dei giovani tra i 15 ed i 17 anni è salita da 4.158 a 4.326 persone, mentre gli abitanti dai 18 ai 64 anni sono lievitati da 94.324 a 94.423. Scorrendo le statistiche relative ai vari Comuni, si scopre che Legnago è il centro che, in assoluto, ha più residenti dai capelli d'argento: all'ombra del Torrione gli over 65 sono difatti 6.520. Il capoluogo della Bassa conta pure il maggior numero di ragazzi, con 3.204 cittadini al di sotto dei 14 anni. Di fronte ad una realtà così complessa, nonostante gli ostacoli imposti dalla pandemia, i Comuni della Bassa sono riusciti a far decollare la rete dei tavoli territoriali, composti da amministratori e tecnici, dedicati ciascuno ad un'area sociale distinta, dalla famiglia agli anziani, passando per i disabili, vecchie e nuove povertà. «L'impegno degli assessori Giorgio Malaspina, di San Pietro di Morubio, e Veronica Leardini, di Gazzo», evidenzia Flavio Pasini, presidente del comitato dei sindaci del distretto 3 nonché primo cittadino di Nogara, «ha permesso il decollo in piena pandemia dei vari gruppi, che hanno lavorato con collegamenti in videoconferenza. Nelle varie riunioni organizzate sono state coinvolte le realtà del terzo settore, come associazioni e cooperative». Per quel che riguarda i singoli ambiti d'intervento, tra i progetti previsti nell'area della povertà e l'inclusione sociale ci sarà quindi il mantenimento di servizi essenziali in questo periodo. È il caso dell'«Emporio della solidarietà» di Legnago, finanziato con 18mila euro, e della mensa della Caritas cittadina ma anche di iniziative legate a chi ha perso il lavoro, come il progetto «Axl-Assegno per il lavoro», curato dall'agenzia Lavoro & Società per offrire assistenza nel ricollocamento professionale di 85 disoccupati con più di 30 anni di età residenti nei vari Comuni del territorio. Per quel che concerne gli anziani, tra le novità figura nel piano il servizio «Domiciliarità 2.0», che punterà a sviluppare una serie di servizi direttamente a casa delle persone della terza età, spaziando dal sostegno psicologico a vere e proprie mansioni, tra cui piccole manutenzioni domestiche. Tutto ciò grazie al finanziamento di 50mila euro stanziato dalla Fondazione Cariverona. Per il distretto 3 hanno aderito a quest'iniziativa i Comuni di Cerea, Legnago, Zevio, Bovolone, Sanguinetto, l' Unione Destra Adige e quella dall'Adige al Fratta. Sul versante della disabilità, tra le proposte del Piano che decolleranno nei prossimi 26/3/2021 Stampa Articolo - PROVINCIA - L'Arena Clic file:///C:/Users/utente/Desktop/Articolo_Patto Legnago (1).html 2/2 mesi c'è invece il progetto denominato «Condominio H...abitare», proposto dalla cooperativa sociale Mea di Vicenza. La quale intende realizzare, in un immobile storico situato in via Campi di Su, alla periferia di Cerea, tre appartamenti di «cohousing», ovvero con spazi e servizi collettivi, e quattro alloggi per la vita indipendente destinati ai portatori di handicap della Bassa.


  • 25 Marzo 2021

visualizza tutte le news

visualizza tutte le news